Dollaro in rialzo, euro in calo con l'aumento della varietà di istanze europee di COVID-19

Il dollaro è attento lunedì mattina in Asia, continuando ad essere vicino ai massimi di 16 mesi contro l'euro. I problemi relativi alla crescente varietà di casi di COVID-19 in Europa hanno inoltre visto i finanzieri trasformarsi verso il denaro sicuro degli Stati Uniti.

L'indice del dollaro degli Stati Uniti che tiene traccia della cartamoneta rispetto a un paniere di altri soldi è salito di 0,15% a 96,175 entro le 22:37 ET (3:37 GMT). È rimasto vicino al massimo di 16 mesi di 96,266 raggiunto durante la settimana precedente.

Il set USD/JPY è salito di 0,17% a 114,18.

Il set AUD/USD è salito di 0,10% a 0,7242 mentre il set NZD/USD è sceso di 0,31% a 0,6988. La Reserve Bank of New Zealand sicuramente trasmetterà la sua decisione sul piano mercoledì.

La coppia USD/CNY è scesa di 0,03% a 6,3845 e anche la coppia GBP/USD è scesa di 0,15% a 1,3432.

Anche le osservazioni rialziste dei funzionari della Federal Reserve degli Stati Uniti hanno rafforzato la valuta statunitense. Venerdì il vicepresidente della Fed Richard Clarida e il guv Christopher Waller hanno raccomandato che un tapering più rapido degli asset potrebbe essere l'ideale poiché la ripresa economica accelera e l'aumento del costo della vita. Ciò potrebbe anche implicare precedenti escursioni sui tassi di interesse.

L'euro è sceso di 0,23% a $1.1274. "L'EUR-USD è effettivamente in caduta libera e probabilmente otterrà la parte del leone dell'attenzione dai clienti che cercano di sfruttare i limiti in espansione e lo stress in tutta Europa", ha dichiarato in una nota Chris Weston, capo dello studio di Pepperstone.

"Per lo slancio, i fan delle tendenze e anche gli investitori tattici, l'EUR breve rimane interessante proprio qui."

Il numero crescente di casi COVID-19 ha causato un blocco completo in Austria che inizia lunedì. Il sacerdote tedesco della salute e del benessere Jens Spahn ha definito la circostanza nel paese un'emergenza nazionale, compreso il fatto che le vaccinazioni da sole non abbasseranno certamente i numeri.

Il dollaro australiano più rischioso in precedenza è scivolato fino a $0,72285, vicino al minimo del 6 ottobre. "Prevediamo che l'AUD rimarrà pesante nel breve termine, e anche un calo a $0,70 è fattibile", con la ripresa economica in Cina in calo e la posizione del piano accomodante della Reserve Bank of Australia che trascina fuori la valuta, l'istituto finanziario della Repubblica di Lo stratega australiano Joseph Capurso ha dichiarato in un rapporto.

Allo stesso tempo, "l'USD può prolungare il suo attuale rally questa settimana e fissare un nuovo massimo nel 2021... un altro round di solida inflazione negli Stati Uniti può spingere ulteriormente i prezzi di mercato degli aumenti dei tassi della Fed e anche dell'USD", ha aggiunto il rapporto.

Saremo felici di ascoltare i tuoi pensieri

Lascia un commento

it_IT
101Option.eu
Logo
Abilita la registrazione nelle impostazioni - generale